Il Trentino a Capodanno

Dal 29/12/2017 al 7/1/2018

Rientrati da Venezia,  circa due settimane dopo, ci aspettava la prima vera vacanza invernale in montagna, sulle nevi del Trentino, quindi in tutta fretta ho dovuto attrezzare il camper per le rigide temperature invernali (gomme termiche, catene, pala da neve, copertura invernale per cabina, antigelo per gasolio ecc….) e documentarmi sui vari accorgimenti e comportamenti “invernali”.
Con una prenotazione presso il “camping al Plan” dal 1 al 7 gennaio, essendo già in ferie da Natale e con un camper parcheggiato e pronto a partire, non potevamo aspettare fino al 1 gennaio, decidiamo quindi di fare il Capodanno a Merano, il 29 dicembre anticipiamo la partenza.
Pit stop “La spiaggia” Desenzano del Garda
29.12.2017
Pronti, partenza via!!! si punta verso il Trentino ma facendo una breve sosta di una notte a Desenzano del Garda presso area camper “La spiaggia” con vista lago.
30.12.2017
Dopo la notte a Desenzano, si riparte verso la splendida Merano.
Parcheggiamo il camper nella piazza davanti alla stazione ferroviaria – vedi mappa – zona tranquilla parcheggio misto.
Merano si contraddistingue per gli ampi parchi e le passeggiate nel verde, i giardini botanici e i numerosi corsi d’acqua, il centro storico conquista i visitatori con i suoi portici medievali e gli eleganti edifici in stile liberty.
Finalmente la temperatura comincia a scendere e trascorriamo qui due giorni, in questo periodo, i mercatini di Merano e dintorni regalano un tocco di magia alla città. Le bancarelle espongono manufatti di artigiani e artisti locali, mentre nell’aria si diffonde il profumo di cannella e vin brulè.
Le luci soffuse e le sonorità natalizie creano un’atmosfera tranquilla e rilassata tipica dei mercatini di Natale dell’Alto Adige.
Trascorriamo qui due giorni tra i quali la notte di Capodanno, dove personalmente ho assistito allo spettacolo pirotecnico più bello della mia vita.
Merano

 

1.1.2018
Arriva il primo gennaio e si riparte verso San Vigilio di Marebbe, come partiamo inizia a nevicare, questo è il mio “battesimo” della neve alla guida del camper, devo ammettere che ero discretamente preoccupato, anche perchè le strade erano inaspettatamente sporche, sarà che era il primo dell’anno
Malgrado tutto, riusciamo ad arrivare al campeggio senza problemi, aspettiamo che ci liberino la piazzola dalla neve scesa durante la notte, carichiamo l’acqua potabile, scarichiamo le acque grigie e posizioniamo il camper.
Il Camping al Plan è un bel campeggio con una piccola spa a disposizione, a pagamento, e la possibilità di attaccare il proprio camper al gas centralizzato, così ti dimentichi di avere le bombole, e quando vai via paghi il gas che hai consumato.
All’arrivo in campeggio, viene consegnata una card ad ogni persona, con la quale puoi usufruire gratuitamente di tutta la rete di bus e treni regionali per 7 giorni, una grande comodità per chi ha il camper.
Abbiamo trascorso la nostra settimana, dividendola equamente tra: sci di fondo, ciaspolate, relax alla spa del campeggio, passeggiate per il paese e visite ai paesi vicini come Brunico, San Candido, Dobbiaco.
Abbiamo trascorso 10 giorni bellissimi e la neve non si è fatta desiderare, ha nevicato tanto dando un tono magico in tutti i posti che abbiamo visitato, non ci siamo fatti mancare nulla neanche due ore e mezza fermi in treno per scambi dei binari congelati, nel bel mezzo di una giornata nevosa.
Per vedere tutte le foto clicca qui affianco – FOTO
E’ stato tutto bello ma nonostante ciò, il viaggio di rientro ci ha fatto programmare già la successiva uscita, Cogne.

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *