Il tour della penisola Iberica – Settima tappa – Lisbona

18 agosto 2018

Oggi niente sveglia, la tappa prevede solo 132 km fino a Lisbona per poi fare una sosta di tre giorni, troviamo posto presso il campeggio Lisboacamping   (mappa)  un campeggio molto grande, molto alberato e con piscina, il centro è raggiungibile col bus 714 che si prende a 200 mt dal campeggio e ti porta in centro in 45 min, sconsigliata la bici per chi ce l’avesse come noi.

Il programma di viaggio di questa zona l’abbiamo modificato all’ultimo minuto, il percorso prevedeva l’arrivo a Capo da Roca in camper per poi andare a Lisbona, ma abbiamo scelto di arrivare a Capo da Roca da Lisbona con i mezzi locali, visitando così altri paesi molto belli.

Una giornata l’abbiamo dedicata, quindi, a questo giro, prendendo il bus 750 davanti al campeggio, scendendo alla fermata della stazione Benfica, dove è possibile acquistare un biglietto che ti permette di prendere liberamente treni e bus regionali (esclusi quelli della zona di Lisbona) al costo di 16€.
Dalla stazione Benfica, prendiamo quindi il treno che porta a Sintra, da qui si può prendere il bus 434 che seguendo un percorso circolare, porta alle varie attrazioni turistiche e una delle fermate è nel centro storico, durante il persorso tralasciamo le altre fermate perchè ogni punto turistico aveva code interminabili, siamo ad agosto. Finito il giro a Sintra, prendendo il bus 403 ci dirigiamo verso Capo da Roca, ovvero il punto più occidentale del continente europeo.
 
Dopo aver “conquistato” il Capo più occidentale d’Europa, riprendiamo il bus 403 in direzione Cascais, dove facciamo una piacevole visita pomeridiana, Cascais è una meravigliosa meta balneare per le vacanze estive ed è la miglior città di villeggiatura della costa di Lisbona. Finita la nostra visita in questa piacevole località, ritorniamo a Lisbona prendendo il treno che ci riporta alla stazione Benfica dalla quale riprendiamo il bus 750 che ci riporta al campeggio, tranne le due corse col bus 750, tutti gli altri bus e treni li abbiamo presi utilizzando il biglietto da 16€ fatto la mattina, tutto il giro si può fare tranquillamente in una giornata.
L’altra giornata è stata dedicata alla città di Lisbona, la capitale del Portogallo, la capitale europea più ad occidente. La vista più caratteristica della città è sicuramente quella dei suoi vicoli attraversati dai tipici tram gialli storici. Abbiamo acquistato un biglietto di 24 ore di durata, che permette di prendere tutti i mezzi pubblici ed ascensori della città. La prima corsa della giornata l’abbiamo fatta sul famoso tram 28, un tram storico che percorre i vicoli più caratteristici della città, un tuffo nel passato che non ci si può perdere.
Se siete in Portogallo non potete perdervi il dolce tipico, il Pastel de Nata o Pasteis di Belem una specie di “vassoietto” tondo in pasta sfoglia ripieno di una crema al latte simile alla crema pasticcera, ovviamente buonissimo, ma se siete a Lisbona vale la pena di andare a Belem presso l’Antiga Confeitaria de Belém, dove pare facciano questi dolci con la ricetta originale.
Nel 1833 un monaco cominciò a vendere questi piccoli pasticcini ad un piccolo negozietto del luogo, fu subito un successo, i dolci vennero subito “battezzati” col nome di Pasteis di Belem e il piccolo negozio divenne nel 1837 l’Antiga Confeitaria de Belém pare quindi che gli originali, li sfornino solo qui e pare che ne producano circa 20.000 al giorno e la ricetta originale è segretissima.


Album fotografico completo

Fine settima puntata –

Tappa precedente                              Tappa successiva
 

Per essere informati sulle pubblicazioni di nuovi articoli, iscrivetevi alla newsletter, inserite il vostro indirizzo mail nell’apposita casella in fondo alla home page.
 

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *