Portarsi la moto in camper

Quando cercavo un camper da acquistare, avevo già le idee ben chiare su che tipo di mezzo volevo e su cosa avrebbe dovuto avere il mio futuro camper, una di queste cose era sicuramente un gavone sufficientemente ampio da caricare dentro uno scooter, e così è stato.
State pensando anche voi di far “salire” a bordo del vostro camper uno scooter o una moto? oppure state cercando un camper ma già sapete che la spesa successiva sarà quella di uno scooter o di una moto da portarvi dietro? detta così pare una cosa semplicissima: “cerco uno scooter, il primo che mi piace lo compro, lo carico dentro il camper e ovunque mi fermerò sarò indipendente, libero di andare dove voglio ovunque mi trovo” vi garantisco che non è proprio così semplice.
E’ bene che sappiate che per portarsi una moto in camper bisogna fare molta attenziona a due cose principali, i pesi e la patente, ma entriamo nel dettaglio.
Pe quanto riguarda i discorso pesi, tutti i camperisti conoscono benissimo il proprio limite di peso e sanno …altrettanto bene che lo supereranno sempre, ma con uno scooter a bordo bisogna fare un po’ più attenzione, magari facendo almeno una volta una “pesata” per avere un’idea del peso totale effettivo che vi ricordo dev’essere 3.500 kg, per i mezzi omologati per quel peso e quindi guidabili con patente B e tra tolleranza ed arrotondamento può arrivare a 3.700 kg, oltre il quale, in caso di controlli scattano i provvedimenti in base a quanto si è superato il limite.
Ma non è solo questo l’unico peso da controllare, il secondo, altrettanto importante, è il carico massimo del vostro gavone, sempre se come me, avete intenzione di portare lo scooter nel gavone, se questo è omologato per un carico massimo di 120 kg, come il mio, bisogna fare molta attenzione al peso in fase di acquisto dello scooter, scegliendo un modello leggero, ma bisogna fare anche successivamente attenzione al peso di tutto il resto del materiale che alloggerete nel gavone insieme allo scooter, ma ci sono camper con un carico massimo del gavone anche di 300 kg e chiaramente ogni camperista deve conoscere alla perfezione il suo mezzo.

Ma ora viene il “bello” ovvero il discorso patente, se non si possiede la patente A, necessaria per guidare le moto, ma si ha solo la B, chi l’ha conseguita prima del 1 gennaio 1986 può guidare qualsiasi motociclo anche all’estero, chi ha invece conseguito la patente B nel periodo dal 1 gennaio 1986 al 25 aprile 1988 può anche lui guidare qualsiasi motociclo ma solo nel territorio italiano, per poter guidare anche all’estero occorre dare una esame pratico, chi ha conseguito la patente B dopo il 25 aprile 1988 (e questo è il mio caso) può guidare motocicli fino a 125 cm3 e di potenza fino a 11 kw ma solo in Italia, per poter guidare anche all’estero occorre dare una esame pratico ma non solo, occorre fare una visita medica legale per il coseguimento di una nuova patente, anche se avete già la B e anche se, come me, l’avete rinnovata due mesi prima. Quindi in questi ultimi due casi se eravate convinti di poter guidare un banalissimo scooter 125 anche all’estero, vi troverete obbligati a portarvelo dietro solo nei vostri viaggi in Italia.
Per quanto riguarda il fissaggio dello scooter all’interno del garage del vostro camper, ci sono diverse soluzioni da tutti i prezzi, io ho scelto la soluzione più economica, un porta moto che vedete in una delle due foto sopra, della modica cifra di 180€ montato e 4 cinghie da 2.5 mt per ancorarlo, ovviamente è d’obbligo una rampa per far salire lo scooter a bordo, ma gli scooter si possono portare anche mediante dei portamoto esterni ma in questo caso si rischia di spendere per il portamoto, il doppio di quanto si sia speso per lo scooter……..


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER !!!
Per essere informati sulle pubblicazioni di nuovi articoli, iscrivetevi alla newsletter, inserite il vostro indirizzo mail nell’apposita casella in fondo alla home page.  

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *