Il grande nord (prima puntata) -l’avvicinamento alla penisola scandinava-

Dal 28 luglio al 24 agosto 2019
Mezzo: Mc Louis Glemis 26G – Ducato 2300 130cv
Km percorsi: 8700 in 128 ore di guida e in 27 giorni di viaggio
Spesa carburante:  1400 €
Consumo medio: 8.8 km/lt
Nazioni attraversate: Svizzera, Austria, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia.

Itinerario: Torino, Rothenburg ob der Tauber, Amburgo, Puttgarden, Malmo, Stoccolma, Umea, Lulea, Gammelstad, Overkalix, Kiruna, Isole Lofoten, Bodo, Trondheim, Strada Atlantica, Alesund, Geiranger, Bergen, Oslo, Ghoteborg, Copenaghen, Ribe, Lubecca, Lindau, Torino.

La mappa del viaggio

Erano anni che avevo in testa questo viaggio, e solo ora, dopo averlo terminato, dopo aver visitato posti bellissimi, aver ammirato paesaggi meravigliosi, dopo aver percorso strade da brivido e aver respirato l’aria del Circolo Polare Artico, solo ora ho capito il perchè l’ho tanto desiderato, e solo ora posso dire con certezza che è un viaggio che un camperista, prima o poi, deve affrontare almeno una volta nella vita!
Come tutti i viaggi, soprattutto questo, va progettato e pianificato molto tempo prima per quanto riguarda le tappe per la sosta, i posti da visitare, e poi si attraversano 6 nazioni diverse quindi regole da seguire, leggi locali, modalità dei pedaggi autostradali, insomma tutto quello che c’è da sapere, perchè poi una volta in viaggio, il tempo per documentarsi è veramente poco.

Comincerei col dire che in questo viaggio abbiamo volutamente evitato il parco di Legoland in Danimarca, il villaggio di Babbo Natale a Rovaniemi in Finlandia e Capo Nord.
Le nostre mete sono state, il Circolo Polare Artico, le isole Lofoten e i fiordi norvegesi.

Rothenburg ob der Tauber – Germania

28/7/2019
Siamo partiti il 28 luglio da Torino alle ore 6, in vista dell’attraversamento svizzero e sapendo che le loro tolleranze in fatto di pesi sono più ristrette, ho pesato il camper alla pesa pubblica di Caselle appena prima di partire, 35 Q.li senza conducente con pieno di acqua e gasolio, si puù partire!!
Passiamo per Chiasso, attraversiamo tutta la Svizzera percorriamo la strada che ci porterà al passo del San Bernardino, che sale fino a 2065 metri di altitudine ragalando panorami bellissimi tra piccoli specchi d’acqua, laghi e foreste di pini. Proseguiamo fino ad uscire dalla Svizzera, entriamo in Austria dove dovremmo percorrere solo 30 km circa, lo facciamo su strada statale per non pagare il bollino austriaco. Entriamo in Germania all’altezza del Lago di Costanza dove però ci fermaremo per una tappa solo al ritorno del nostro viaggio. Siamo finalmente sulle famose autostrade tedesche che questa volta si riveleranno una vera agonia in quanto letteralmente DEVASTATE da cantieri di lavori in corso di entità importante, i cartelli che precedono ogni cantiere indicano date di fine lavoro intorno al 2020 – 2021, in circa un migliaio di km di autostrada google map segnalava 14 cantieri, quindi prima di mettersi in viaggio valutate bene il tragitto.

Arriviamo la sera a Rothenburg ob der Tauber e ci fermiamo per la notte al parking P3 alle seguenti coordinate: N 49.381900, E 10.188880
Il parcheggio ha la possibilità di fare carico e scarico ed è comodissimo al centro di Rothenburg anche a piedi.

Rothenburg ob der Tauber (Rothenburg sopra il Tauber) si trova nella Baviera del nord, è interamente circondata da mura del ‘300 e ‘400 per gran parte percorribili a piedi, passeggiando per le sue stradine si possono ammirare eleganti abitazioni e facciate realizzate con stili e colori diversi, balconi ricchi di fiori e molti negozi dalle insegne in ferro che sporgono sulla strada. La città si trova lungo la “strada romantica” (Romantische Straße), una strada lunga 370 km che corre dal sud al nord, per visitare bene anche solo i luoghi più importanti e più belli lungo questa strada ci vorrebbe almeno una settimana. Si può percorrere comodamente in macchina, ma c’è anche una bellissima pista ciclabile, lunga 460 km, che fa scoprire ancora meglio i paesaggi di questa parte della Germania.
Potrebbe sicuramente essere un possibile futuro viaggio, ma per adesso, visto che la nostra meta è il grande nord, rientriamo in camper a cenare e pianificare il giorno dopo.
Km percorsi 685

Amburgo – Germania

29/7/2019
Partiamo alle 6 di mattina in direzione Amburgo, continuano le code interminabili causate dai cantieri sulla 7, arriviamo ad Anburgo alle 16 dopo aver percorso 585 km
Ci fermiamo presso l’area di sosta Wohnmobilhafen Hamburg alle seguenti coordinate: 53.543290, 10.025702 sotto il ponte della metropolitana e in piena città ma penso sia la più comoda per visitare il centro che è raggiungibile abbastanza velocemente con la bici, munita di docce e Wc con area camper service di facile accesso e molto funzionale, abbiamo pagato 25€ compresa la corrente, per una notte.
Amburgo è un centro di commercio mondiale, è famosa per i musei d’arte e i quartieri vivaci ma è anche famosa per il quartiere a luci rosse dove negli anni ’60 i Beatles fecero il loro primo concerto. Particolare è anche il quartiere degli antichi magazzini in cui venivano stoccate le merci, dichiarato nel 2015 Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Tradizionale è il mercato del pesce con centinaia di banchi dove si vendono prodotti freschi, souvenir, abbigliamento e cibo di strada.

Puttgarden – Germania

30/7/2019
Il giorno dopo ripartiamo con tutta calma alle 12.30 dopo aver fatto un’altro giro per Amburgo in quanto la tappa di oggi non prevede molti km. Si parte quindi in direzione Puttgarden da dove ci imbarcheremo per raggiungere la Danimarca. Ci imbarchiamo e paghiamo 131€ con camper da 7 mt e 2 persone, i camper fino a 6 mt invece pagano meno. Il tragitto è breve, sbarchiamo in Danimarca e la attraversiamo senza soste, ci fermeremo poi nel viaggio di ritorno, puntiamo dritto verso il famoso ponte di Oresund, 16 km di cui 4 di tunnel sotto il mare e 12 di ponte, che collega la Danimarca alla Svezia, non vediamo l’ora di essere sul ponte!!

Album fotografico del viaggio
Guarda il video del viaggio
Vai alla seconda puntata del viaggio

Per essere informati sulle pubblicazioni di nuovi articoli, iscrivetevi alla newsletter, inserite il vostro indirizzo mail nell’apposita casella in fondo alla home page e poi confermate l’iscrizione sulla mail che vi arriverà.
SE NON RICEVETE LA MAIL DI CONFERMA CERCATELA DENTRO LA CARTELLA “SPAM”

Fine prima puntata, il viaggio continua………

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *