Il grande nord (seconda puntata) -La salita lungo la Svezia-

Torna alla prima puntata del viaggio

Malmö

Giorno 3
Siamo finalmente arrivati sullo stretto di Oresund che separa la Danimarca dalla Svezia, lo attraversiamo grazie ad un’opera unica nel suo genere, il ponte di Oresund che con i suoi 16 km (4 di tunnel sottomarino e 12 di ponte) ci permette arrivare in Svezia senza prendere nessuna nave, percorrerlo è stata la prima vera forte emozione di questo viaggio, …anche per il prezzo, il costo del ponte per il nostro mezzo di 7 metri è stato di 120€ per la sola sola andata.

Il ponte di Oresund

Siamo finalmente nella penisola scandinava, nella Svezia meridionale, precisamente nella Scania, per la notte ci fermiamo a Malmö, parcheggiati per strada, siamo arrivati verso le 19 abbiamo solo il tempo per un giro veloce.
Malmö è una città piccola ed accogliente che offre innumerevoli ristoranti e bistrot di qualità e caffetterie eccellenti. Malmö ha investito molto nel progetto di città sostenibile ed è all’avanguardia in Scandinavia.

Stoccolma

Giorno 4
Partiamo alle 6.30 da Malmö per raggiungere Stoccolma, arriveremo alle 15 dopo 623 km, cerchiamo l’area camper Langholmens alle seguenti coordinate: N 59.320120, E 18.031480 dove avevamo intenzione di sostare, ma è piena, abbiamo quindi parcheggiato in un parcheggio lungo il mare alle seguenti coordinate: N 59.326600, E 18.047300 al costo di 150 Corone svedesi che equivalgono a 14€ per 24 ore

Giorno 5
La giornata di oggi, la prima vera giornata di sole da quando siamo partiti, la dedichiamo a Stoccolma, la capitale svedese, utilizzeremo le nostre bici per muoverci, mezzo di trasporto azzeccatissimo in questi paesi in quanto di piste ciclabili ce n’è ovunque.
Stoccolma è una città medievale ma proiettata nel futuro, è costruita su 14 isole collegate da 57 ponti, è d’obbligo un giro per le strade di Gamla Stan, uno dei centri storici meglio conservati d’Europa, è qui che la capitale è stata fondata nel 1252

Stoccolma ospita più di 70 musei, che coprono un ampio mix di temi e attrazioni oltre a mettere in mostra il patrimonio della città in tutto il suo splendore. Da non perdere è Skansen, il museo all’aperto più antico del mondo, con case e fattorie provenienti da tutto il paese che riproducono la Svezia in miniatura, è un luogo unico in cui la storia si fonde con il presente, dove le tradizioni e l’artigianato svedese sono ancora attuali.
Entrare a Skansen significa entrare in altre epoche: questo museo all’aperto ci ha fatto scoprire come si viveva in Svezia in diversi momenti storici e in case provenienti da varie zone del paese.

Giorno 6
E’ arrivata l’ora di lasciare Stoccolma, i chilometri per arrivare al Circolo Polare Artico sono ancora tanti, facciamo una veloce fermata presso l’area camper “Langholmens” alle seguenti coordinate: N 59.320120, E 18.031480 per fare carico e scarico, il tutto ci costa 3€ pagati con carta, in Danimarca, Svezia e Norvegia non abbiamo ritirato neanche un centesimo di moneta locale in quanto in questi paesi si paga tutto ma proprio tutto con carta, anche per andare in bagno presso un qualunque centro commerciale “strisci” per pagare un euro. Partiamo quindi verso le ore 9 e puntiamo tutto a nord, arriviamo verso le 19 a Umea dopo aver percorso 900 km, decidiamo di parcheggiarci in strada ma dopo alcuni “dettagli” che non mi sono molto piaciuti, uno di questi è stato l’aver evitato per un pelo lo scippo della mia macchina fotografica, piccoli inconvenienti che possono succedere in un viaggio.
Ripartiamo quindi e dopo un’oretta ci fermiamo in un’area di sosta per camper, popolata da camper e quindi più tranquilla, ma della quale purtroppo non mi sono segnato le coordinate.

Giorno 7
Ripartiamo la Mattina, facciamo una veloce sosta nella città di Lulea per poi ripartire e visitare il villaggio di Gammelstad.
Gammelstad è un affascinante villaggio parrocchiale, con la sua chiesa di pietra,  le sue stradine medievali, e più di 400 abitazioni in legno di colore rosso, è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO ed è il più grande e meglio conservato esempio di villaggio parrocchiale in Svezia.

Ripartiamo da questo bellissimo villaggio, ci dirigiamo in direzione Overkalix ma appena prima di giungere in paese passiamo davanti ad un museo di trattori a cielo aperto di proprietà di un collezionista molto appassionato di nome Holgers, sono circa 200 trattori tutti perfettamente funzionanti.

Arriviamo ad Overkalix, decidiamo di parcheggiarci in un parcheggio addiacente ad un campeggio chiedendo ovviamente il permesso al campeggio, ma abbiamo avuto un’altro spiacevole inconveniente che alle 23 ci ha fatto fuggire via. Cosa sarà successo? ve lo racconto nella prossima puntata…….

Album fotografico del viaggio
Guarda il video del viaggio
Vai alla terza puntata del viaggio

Per essere informati sulle pubblicazioni di nuovi articoli, iscrivetevi alla newsletter, inserite il vostro indirizzo mail nell’apposita casella in fondo alla home page e poi confermate l’iscrizione sulla mail che vi arriverà.
SE NON RICEVETE LA MAIL DI CONFERMA CERCATELA DENTRO LA CARTELLA “SPAM”

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *