Diario di viaggio del tour della Danimarca (terza parte)

23/08/2022
Ripartiamo verso est, salutiamo il Castello di Egeskov e l’isola Fionia e percorriamo il ponte del Grande Belt, che in lingua danese si chiama Storebæltsforbindelsen, è una struttura lunga 18 km composta da due ponti, sul primo, lungo più di 6 km e a 18 metri di altezza sul livello del mare, transitano auto e treni e finisce sulla piccolissima isola di Sprogo, sul secondo invece, il ponte est, lungo quasi 7 km, ed a 67 metri di altezza sul livello del mare per permettere il passaggio delle navi da crociera, transitano solo auto, mentre i treni, dall’isola di Sprogo, si inabissano percorrendo un tunnel sottomarino. Con una campata di oltre un chilometro e mezzo, il ponte est, è il ponte sospeso più lungo d’Europa ed il terzo più lungo del mondo, ed unisce l’isola Sprogo all’isola Selandia, l’opera è stata costruita in 10 anni, percorrere questo ponte è stata senza dubbio una delle forti emozioni di questo viaggio, sia per l’altezza e la lunghezza dell’opera, sia per le 80€ spese per la sola andata……

Arriviamo a Roskilde e decidiamo di trattarci bene dormendo in un bel campeggio tranquillo in riva ad un fiordo, il Camping Roskilde alle seguenti coordinate: N 55.674870, E 12.079450.
Il campeggio è molto particolare, ha addirittura i bagni riservati ai bambini, ed un’area con lavandini, cucine e forni proprio come quelli di casa, tutto questo “lusso” ci è costato un botto, 50€ per una notte, compresa la corrente (a consumo).

24/08/2022
Dal campeggio si arriva comodamente in bici fino al centro storico della città pedalando lungo il fiordo, Roskilde è una città molto caratteristica, antica e ricca di storia, in epoca vichinga fu la capitale della Danimarca. La cattedrale di Roskilde può essere considerata la prima chiesa cristiana della Danimarca qui sono sepolti i 39 monarchi Danesi, infatti nelle sue numerosissime cappelle non si contano il numero di bare e monumenti funebri che ospitano i corpi della dinastia reale, dal 1995 è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco.

Molto particolare è anche l’orologio del XV secolo che rappresenta un pezzo unico in Danimarca ed a ogni ora la statuetta di San Giovanni si muove e uccide il drago che emette un verso.

Odense

Ripartiamo per fare una veloce visita ad Helsingor, pqui c’è un parcheggio gratuito alle seguenti coordinate: N 56.041510, E 12.615900, per il pernottamento camper sono destinati 6 stalli con corrente, possibilità di fare docce ed usare wc ma costa 25€ al giorno, bisogna fare la card che permette l’utilizzo di docce e corrente, il carico e scarico invece sono gratuiti.

Helsingor è famosa soprattutto per il suo castello, in cui Shakespeare ambientò una delle sue opere più famose, l’Amleto, e neanche a dirlo, anche questo castello fa parte del patrimonio mondiale dell’Unesco, tra i tanti misteri che circondano la figura del leggendario scrittore c’è anche il dubbio se abbia mai visitato il castello.

Castello di Helsingor

Ci concediamo due passi per le vie pedonali della città ricche di negozi e proseguiamo verso il porto, luogo dove si possono fare interessanti incontri, uno tra tutti, quello con “il Sirenetto” proprio sul molo principale, la statua di acciaio riprende la posa e la pietra della più famosa “Sirenetta di Copenhagen” diventando così un suo ipotetico fidanzato.

Ma si riparte subito per andare ad Hillerod, parcheggiamo il camper nel parco del castello di Frederiksborg alle seguenti coordinate: N 55.9416, E 12.30703, lontano dal centro abitato, nella notte gli unici rumori avvertiti erano quelli degli animali del bosco.

25/08/2022
All’indomani prendiamo le bici e percorriamo la ciclabile che passa in un meraviglioso parco perfettamente curato, con laghetti e con siepi ed alberi potati in maniera molto originale e che ci porta all’entrata del castello.

Il Castello di Frederiksborg fu costruito in stile rinascimentale olandese dal 1600 al 1620, verso la metà del 1800 ne venne poi ricostruita una buona parte dotando le grandi sale di stufe in maiolica per riscaldare gli ambienti molto dispersivi, però pare che proprio una di queste stufe causò un incendio devastante nel 1859, lasciando intatte solo la chiesa e la sala delle udienze, nel 1860 cominciarono nuovamente i lavori alla fine dei quali, il castello divenne museo.

Ripartiamo per l’ultima tappa danese, la capitale Copenaghen, già visitata nel 2019 durante il nostro indimenticabile viaggio in Norvegia, di cui potete trovare il video intitolato “il grande nord” sul mio canale YouTube ItinerarioLibero. Sostiamo presso l’area di sosta City camp alle seguenti coordinate: N 55.67049, E 12.62411 un’area abbastanza grande tutta su terra, se piove diventa un pantano, collegata al centro con comoda ciclabile, abbiamo sostato due notti ed abbiamo pagato 75€ compresa corrente.

26/08/2022
Più di 400 km di piste ciclabili in città, il 62% di abitanti preferisce muoversi in bici, in centro circolano più di 260.000 bici, siamo a Copenaghen, la migliore città europea per andare in bici.

Copenaghen

Questa volta, quindi, ci siamo concessi solo passeggiate rilassanti in giro per il centro storico di Copenaghen. Un veloce saluto alla famosa Sirenetta e poi tra un parco e l’altro giungiamo nella piazza del Palazzo di Amalienborg, oggi sede principale della famiglia reale Danese, Il complesso in realtà è costituito da quattro palazzi disposti attorno ad un cortile ottagonale, non può infine mancare una visita al quartiere più famoso di Copenaghen “Indre by” dove si trova Nyhavn, l’antico porto che col suo canale e le sue case colorate, è la zona più fotografata della città.

27/08/2022
Ma è giunta l’ora di lasciarci alle spalle l’ultima tappa danese, oggi infatti salutiamo la Danimarca ed iniziamo la nostra discesa verso sud sotto una pioggerellina autunnale.
Ci imbarchiamo per Puttgarden in modo veloce ed organizzatissimo, senza dover mai scendere dal camper per fare code e biglietti, ci ritroviamo subito nel garage della nave.
La nave è grande e confortevole, perfino sprecata per il veloce tragitto che dobbiamo percorrere.

Entriamo in Germania e ci dirigiamo verso Lubecca, sostiamo una notte presso l’area di sosta Wohnmobil Stellplatz, alle seguenti coordinate: N 53.89542, E 10.71057 che già conoscevamo bene dal precedente viaggio in Norvegia, posto tranquillo, bagni e docce puliti e con una comoda ciclabile per raggiungere il centro di Lubecca, abbiamo pagato 15 € corrente compresa.
Lubecca è una piccola città del nord della Germania, con uno tra i più bei centri storici medievali d’Europa qui passeremo solo la notte, ripartiremo il giorno dopo. Non si può dire di essere stati a Lubecca senza aver assaggiato il famoso marzapane del café Niederegger ma anche le sue spettacolari torte non sono da meno, e quindi anche noi ci siamo tuffati dentro.

28/08/2022
Ma ripartiamo per l’ultima tappa del nostro tour, la città di Ratisbona, oggi ci aspettano 800 km. Arrivati in città, ci fermiamo per una notte in un parcheggio alle seguenti coordinate: N 49.020790, E 12.111820 ad un km dal centro storico.
Ratisbona merita sicuramente una visita di almeno una giornata, non solo per il suo bel centro storico, l’edificio più importante e maestoso della città è sicuramente il Duomo di St. Peter, poi abbiamo visitato anche la bellissima “Alte Kapelle”, conosciuta anche come “Basilica di Nostra Signora della Cappella Vecchia” ed infine la bellezza della chiesa dell’abbazia di Sant’Emmerano, un antico edificio della città tedesca, inizialmente costruito come monastero, poi trasformato in residenza principesca e successivamente, di nuovo convertito in luogo di culto.

Guarda la seconda parte del diario di viaggio del tour della Danimarca

Guarda l’album fotografigo del viaggio

Guarda il video della terza parte del viaggio


Per essere informati sulle pubblicazioni di nuovi articoli, iscrivetevi alla newsletter!!
inserite il vostro indirizzo mail nell’apposita casella in fondo alla home page e poi confermate l’iscrizione sulla mail che vi arriverà.
SE NON RICEVETE LA MAIL DI CONFERMA CERCATELA DENTRO LA CARTELLA “SPAM””

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail e riceverai gli aggiornamenti dei nuovi post
    Loading